Logo AIDML'Associazione Italiana Donne Medico (AIDM), fondata nel 1921, è un'associazione apartitica e aconfessionale e senza fini di lucro.

Fa parte della Medical Women International Association (MWIA) e ne adotta l'emblema: la figura di Igea con il motto "Matris animo curant". 

Nel settembre 2008 viene fondata la Sezione Provinciale AIDM di Pavia, con Presidente la Dott.ssa Laura Lanza, primario dell'Otorinolaringoiatria presso l'Ospedale Civile di Voghera.

Sin dai primi anni la Sezione si impegna in un'intensa attività in campo sanitario e benefico, coinvolgendo un numero crescente di iscritte, tanto da arrivare a rappresentare l'associazione medica più numerosa di tutta la provincia pavese.

Nel 2013 la Dott.ssa Laura Lanza viene eletta nel Consiglio Nazionale come Responsabile delle relazioni con l'estero.

XXXIV Congresso Nazionale AIDMNel 2014 Pavia è sede del Congresso Nazionale AIDM con tematica "Difesa, salute e bellezza per le donne".

Il 17 gennaio 2016 la past president di sezione dott.ssa Laura Lanza viene eletta Vicepresidente Nazionale dell'Associazione, nonché referente per le sezioni AIDM del Nord Italia, inaugurando una nuova stagione per la sezione di Pavia comprensiva di iniziative medico-scientifiche di più ampio respiro.

Nel 2018 è stato rinnovato il nuovo consiglio di Sezione, la cui attuale presidente è la dottoressa Maria Rosa Strada, specialista in Oncologia.

Gli scopi dell’Associazione sono:

    • valorizzare il lavoro della donna medico nel campo sanitario;

    • promuovere la collaborazione tra le donne medico;

    • collaborare con le altre Associazioni italiane e internazionali, in modo prioritario con quelle dell’Unione Europea, per lo studio delle problematiche sanitarie e socio-sanitarie che coinvolgono la collettività e in particolare le donne;

    • promuovere la formazione scientifico culturale in campo sanitario;

    • collaborare con il Ministero della Salute, Regioni e Aziende Sanitarie, organismi ed istituzioni pubbliche;

    • elaborare Trial di studio, linee guida in collaborazione con ASSR, FISM e altre società scientifiche nel rispetto della legislazione vigente, avendo come fine ultimo il mutuo riconoscimento dei crediti formativi a livello nazionale, europeo ed internazionale.